GIOVANI E FUTURO

Quando si parla di giovani e rapporto con il mondo del lavoro, si sente spesso usare questo termine: NEET (Not in education, employment or training). Si tratta di quelli definiti dalla nostra società come giovani “bamboccioni” o “choosy”, schizzinosi, non inclini al cambiamento; non disposti a cogliere opportunità lavorative (che spesso riguardano occupazioni part time rifiutate non per spocchiosa superiorità ma perché sottopagate e lontane dalle proprie ambizioni).
In qualche caso però si contrappone a questo termine quello meno conosciuto di EET (Employed-Educated and trained): si tratta di ragazzi qualunque che non si arrendono all'idea di un futuro scadente, magari disegnato da altri sulla loro pelle, e si rimboccano le maniche di fronte alle piccole e grandi difficoltà quotidiane che la vita può riservare.

Vi riportiamo l'articolo integrale preso da Sole24ore, molto interessate perchè, a nostro parere fornisce uno sguardo sicuramente più completo e meno connotato della società di oggi.
Ultimo aggiornamento: 18/02/19
22:27 18 apr 2019
P. IVA 01955980352